provincia di vicenza
Ricerca associazioni indicazione motore di ricerca
Nome Categoria Comune


Promozione sociale
logo associazioni vicentine Due bandi pubblici per il sociale
Autore: Alessandro Scandale   Data: 26/01/18
Sostegno delle fasce più deboli della società, per rispondere ai bisogni sociali emergenti come le nuove povertà, e sostegno ai giovani che sono in cerca di lavoro. Sono questi gli ambiti su cui si concentrano i primi due bandi del 2018 di Fondazione Cariverona
testo normale testo più grande testo molto grande Segnala l'articolosegnala l'articolo Stampa l'articolostampa l'articolo
Sostegno delle fasce più deboli della società, per rispondere ai bisogni sociali emergenti come le nuove povertà, e sostegno ai giovani che sono in cerca di lavoro. Sono questi gli ambiti su cui si concentrano i primi due bandi del 2018 di Fondazione Cariverona, che ha stanziato in tutto 5 milioni di euro. Tre milioni sono per il bando “Povertà 2018” e altri due milioni di euro sono per il bando “Scuola, giovani e mondo del lavoro 2018”.  Entrambi scadono il 15 marzo prossimo e sono consultabili sul sito della Fondazione Cariverona (www.fondazionecariverona.org).
                 
Il bando “Povertà 2018” – con uno stanziamento di 3 milioni di euro – ha lo scopo di sostenere iniziative, territorialmente coordinate, volte a contrastare o a prevenire le situazioni di disagio economico e le nuove marginalità che interessano categorie sempre più ampie della popolazione.  La Fondazione affiancherà pertanto i progetti che contribuiscano a garantire servizi fondamentali per le fasce più deboli della popolazione in condizioni di povertà assoluta (intesa come mancanza di risorse per soddisfare le necessità essenziali); o rispondano a bisogni sociali emergenti quali quelli delle “nuove povertà”.

Saranno privilegiate le iniziative sviluppate in co-progettazione tra diversi attori pubblici e privati delle province di Verona, Vicenza, Belluno, Mantova e Ancona e che sono dirette a integrare i servizi già presenti sul territorio. “Vogliamo evitare la parziale dispersione delle risorse che inevitabilmente accompagna il focalizzarsi su una moltitudine di interventi che non comportano economie di scala”, sottolinea il presidente, Alessandro Mazzucco, evidenziando poi che la Fondazione “vuole migliorare le proprie capacità di monitorare gli effetti ed i risultati dei progetti sostenuti.” Anche in tal senso potranno essere sperimentate soluzioni di “welfare generativo”, per far fruttare le risorse già a disposizione, senza consumarle ma “rigenerandole” a livello di servizi.

La Fondazione prenderà in considerazione, in via prevalente, per questo bando che scade il 15 marzo, le domande presentate da enti che hanno sede nelle province di Verona, Vicenza, Belluno, Ancona e Mantova o le cui attività progettuali si realizzino questi territori. I progetti che partecipano al bando devono presentare un cofinanziamento pari ad almeno il 30% dei costi complessivi. L’importo massimo che può essere richiesto varia in funzione delle caratteristiche dei progetti: fino a 100mila euro per i progetti presentati e realizzati da un singolo soggetto; fino a 300mila euro per i progetti presentati e realizzati da una rete di partner che progetta e realizza l’iniziativa. Per maggiori informazioni e per presentare la domanda basta consultare il sito della Fondazione Cariverona: www.fondazionecariverona.org.

Il bando Scuola, giovani e mondo del lavoro, che scade il 15 marzo prossimo, vuole sostenere progetti che accompagnano i giovani, inseriti o meno in percorsi scolastici, in iter formativi e di esperienza che consentano loro l’acquisizione delle competenze utili per aumentare la loro capacità di trovare occupazione e la loro competitività per l’inserimento lavorativo. “Abbiamo voluto focalizzare questo Bando sulle iniziative di Alternanza Scuola Lavoro che abbiano contenuti concreti e innovativi come quelli che possono derivare dall’esperienza di partecipazione all’avvio di imprese formative simulate”, dichiara il presidente Alessandro Mazzucco, sottolineando come anche per questo bando “la Fondazione premierà le capacità di creare reti interconnesse con il tessuto imprenditoriale, associativo e culturale dei territori di riferimento.”

La Fondazione Cariverona valorizzerà, anche per questo bando che scade il 15 marzo, la collaborazione tra soggetti delle province di Verona, Vicenza, Belluno, Mantova e Ancona che sperimentino percorsi di formazione mirati a far acquisire competenze spendibili oppure azioni di inclusione occupazionale (ad esempio, iniziative di co-working, FabLab e laboratori di innovazione). I progetti dovranno essere indirizzati a giovani tra i 16 e i 30 anni e presentare un cofinanziamento pari ad almeno il 30% dei costi complessivi. L’importo massimo richiedibile varia in funzione delle caratteristiche del progetto:    fino a 50mila euro per i progetti presentati e realizzati da un singolo soggetto; fino a euro 150mila euro per progetti presentati e realizzati da una rete di partner. Saranno prese in considerazione, in via prevalente, le richieste presentate da enti con sede nelle province di Verona, Vicenza, Belluno, Ancona e Mantova o le cui attività progettuali riguardino questi territori.
Vai all'archivio delle news archivio news

 • Commenta l'articolo  
Il tuo nome*
La tua e-mail*
Titolo*
Commento*
Privacy(Clicca qui) Accetto privacy
Codice di verifica Riporta il codice
   
 





associazioni vicentine   Ideato e realizzato da Webetico.com webetico.com comunicazione e solidarità
Creative Commons License